Login |
Articles pur les amis français Articles pour les amis français

Chi sono

Ho 54 anni e abito alle porte di Bologna e il “Chi sono” cui si riferisce il titolo di questa pagina non contemplerà altre informazioni personali poichè non credo interesserebbero a molti. Cercherò di approfondire, invece, alcuni aspetti del mio hobby: le videoriprese di gruppi musicali, appunto, prediligendo cover-band di Fabrizio De Andrè.

L’inizio di quest’avventura

Fine agosto del 2004. A una festa di Liberazione incontro casualmente gli Endegu du matin, cover-band di De Andrè, e, d’accordo con Alberto “Napo” Napolitano, portavoce del gruppo, effettuo le riprese di quel concerto.
Dopo quella serata ho deciso l’acquisto di una telecamera semiprofessionale con diversi accessori. I dettagli sulla mia attrezzatura (ora riprendo con almeno tre camere) li trovate nella pagina Equipaggiamento.

Dopo il primo incontro con gli Endegu du matin

Da quel momento ho contattato on-line diversi gruppi, e, dopo aver ripreso altri due concerti degli Endegu a Como e a Sestri Levante, ho conosciuto gli Artenovecento, (altro gran bel gruppo cover di De Andrè) di Cesena e voglio ricordare anche in questa pagina che questo sito è nato esclusivamente grazie alla disponibilità di Matteo, voce di questa band e webmaster di questo sito fino a agosto del 2009.

I video delle band che sono seguiti a quelli degli Endegu du matin

Dopo gli Endegu - band che purtroppo si è sciolta nella primavera del 2006 e con essa il proprio sito web - numerose sono state le band incontrate e con alcune di esse si è instaurata una bella amicizia che va oltre il rapporto “professionale”: penso alla Giuseppe Cirigliano Band, a Napo, al Piccolo circo elettroacustico eianda, agli Anime salve e l’elenco delle band conosciute e degli eventi ripresi è piuttosto lungo per cui vi rimando alla pagina News dove troverete notizie sulle riprese effettuate e che realizzzerò in futuro.

Considerazioni sul mio modo di effettuare le riprese di un concerto

I miei “lavori”, vorrei chiarirlo, non sono tecnicamente perfetti e impeccabili. Non sarei un semplice appassionato, no?
Per scelta uso sempre la camera a mano e quella su treppiede la lascio al mio collaboratore Paolo Paselli.
Amo e prediligo le riprese in movimento. Mi piace avvicinarmi al musicista (evitando, per quanto possibile, l’uso dello zoom) cercando di sottolineare e di rendere unico il proprio modo di esprimersi, la propria gestualità, la propria partecipazione e provando, altresì, di riuscire a valorizzare, oltre che l’uomo, anche lo strumento che sta suonando e come con esso si sta esprimendo.
Molte volte ne traggo immagini che risultano efficaci e suggestive; tante altre volte, ahimè, il risultato perseguito non lo raggiungo.

La post-produzione

Il software editing che uso è Edius 6.